Gaspar
It's more complicated than that
sabato 28 ottobre 2006
 
Firefox ti si pianta?

Se capita anche a te che Firefox, anche nella ver. 2, dopo qualche minuto di normale utilizzo, ti si pianti brutalmente, e che quando lo chiudi il processo rimane caricato in memoria consumando il 98% della CPU, e che quando gli dici "termina il processo" non succede niente, e che se provi a riavviare il PC la macchina non si riavvia, tanto che devi spegnerlo a mano e poi riaccenderlo per riaverne il controllo, e che tutto ciò accada anche dopo che hai disinstallato (con la morte nel cuore) tutti i tuoi plugin:

mi dici per favore come hai fatto a risolvere?

Grazie mille fin da subito. Questo post ti giunge in forma ridotta da una finestra di Internet Explorer 7.0 rispolverato per l'occasione, senza tag o contributi audio/video. Chi ti parla è stato autorizzato dalla redazione a piangere disperatamente in pubblico senza vergogna.


martedì 24 ottobre 2006
 
Il BarCamp è scalabile?

Posto che secondo me a Milano eravamo forse un pelino troppi per riuscire ad annodare conoscenze con tutti, a Torino si sono iscritte ben cento persone, e verranno proposte almento 24 presentazioni in circa otto ore, contando un a partenza lenta come a Milano e un'ora di tempo per mangiare qualcosa.

Ma le sale a disposizione sono solamente due! Bisognerà inventarsi almeno una terza sala, altrimenti la vedo molto molto stretta.

E credo che passerò la maggior parte del mio tempo a ripetere "Ciao, chi sei?" (idea: magari ne viene fuori il mio primo podcast).

E mi chiedo, e ti chiedo: il formato barcamp è scalabile? Oltre quale numero di partecipanti non funziona più? E se si è in tanti, come bisogna fare per non ricadere nella (orrore!) conferenza tradiz... zzz... zzz... zzz... zionale?


domenica 22 ottobre 2006
 
Previsioni del tempo: caldo in aumento

Ho appena finito di vedere "An Inconvenient Truth" di Al Gore, che tra l'altro riporta lo stesso grafico che compare in questo post preoccupato di Beppe Caravita.

Consiglio a tutti di vedere il documentario. Cercatevelo su Internet adesso, che se aspettate che arrivi in Italia tramite i canali tradizionali...

Dice tra l'altro che nella comunità scientifica il consenso sul riscaldamento globale è unanime e consolidato, e che sul migliaio di peer-reviewed papers pubblicati ultimamente, quelli contrari sono lo 0%.

Invece sui media mainstream gli articoli contrari al riscaldamento globale sono il 53%! Sottovalutazione o lotta aperta? Informazione o lobbying? E complimenti a quel 47% di giornalismo serio.

Per quanto riguarda l'allarmismo, do not panic, dice Al Gore: abbiamo margini di manovra. Ma se è vero che alcuni scienziati pensano che si possa ancora fare qualcosa, è vero anche che parlano di una finestra temporale piuttosto stretta.

Il post di Beppe ha un sacco di altri link interessanti.