Banned!

Nessuno come Massimo per scovare links stimolanti. Leggo di questa inchiesta sull’efficacia dei banners in Italia e di nuovo devo chiedermi: se io son desto, o sogno alcuno vituperio?

Cito:

“Le impression sono state contate in 10.400.000 mediamente…”

“…I click effettuati sui banner dagli utenti sono stati mediamente 15mila”

Questi dati sono preceduti e seguiti da un peana al banner quasi imbarazzante. Frasi ad effetto del tipo “il banner rivendica la propria cantralità”, “funziona, eccome”: sembra proprio che siamo andati aldilà di ogni più rosea aspettativa.

Ora, se il mio calcolatorino funziona ancora, per fare un clic ci sono volute mediamente 693 impressions? Questo è un successo? Cosa mi dici dei 692 furibondi che si sono sorbiti una pubblicità che non volevano e che hanno dovuto pagare di tasca propria lo scaricamento del banner?

Questi 692 se la sono (giustamente) presa a morte e hanno giurato che mai più nella vita, e questi clueless morons gioiscono per quell’uno che ha cliccato? Ma Pirro era un dilettante!

Il web è comunicazione, ma non è broadcast. I metodi di comunicazione broadcast, e in particolare la pubblicità, semplicemente non funzionano su questo canale. E’ una verità ormai assodata, confermata dal fallimento di chi pensava bastasse investire un sacco di soldi per fare un sito di successo.

Il Gatto e la Volpe ancora promettono “Dacci solo quattro monete, e noi faremo di te…”, ma il loro pubblico si stà assottigliando.