Lettere dall’Aquila

Umberto Santucci lo definirei un ottimista disincantato. Si chiede se la rete può contribuire alla trasparenza della ricostruzione all’Aquila. Io ci spero.