Toh, la qualità vende!

Ultimi dati del settimanale The Economist:

  • Operating profit + 26%
  • Ricavi + 17%
  • Circulation + 6.4%
  • Pubblicità sul sito + 29% e page views + 53%

Ma non c’era la crisi?

5 risposte a “Toh, la qualità vende!”

  1. secondo me le due cose non sono in disaccordo, anzi

    è proprio perchè c'è crisi che la qualità vende

    se c'è meno da spendere, si inizia a ragionarci con più attenzione

    prendo un esempio banale: la spesa di tutti i giorni

    ho notato un incremento della ricerca di vendita diretta di frutta e verdura biologica

    per me vuol dire: c'è crisi, e già che spendo, cerco un prodotto di qualità e di avvicinarmi più a cose pratiche e genuine, invece di affidarmi alla spesa generica e non ragionata

    quindi, per il caso economist, potrebbe essere tradotto come più attenzione ai temi, voglia di informarsi di più, voglia di appoggiarsi (come investimenti) a risultati di qualità

  2. il segreto di pulcinella.
    tutte le gradi aziende editoriali, intendo in italia, rcs espresso riffeser eccetera, in realtà sono in attivo. non è ironia: è proprio così.

  3. sì, c'è crisi di lettori capaci di distinguere tra un prodotto di qualità e uno senza.
    intendevi questo, vero? 😀

I commenti sono chiusi.